IL TOSCANELLI VINCE IL PRIMO PREMIO DEL CONCORSO INDETTO DAL FESTIVAL DEL LIBRO LEGGIMONDI

Un diario, il racconto di una giovane vita che vive un tragico destino e il Festival del libro.

Il diario ispiratore del concorso legato al Festival del libro Leggimondi 2017 è quello di Anna Frank e, nello specifico, le pagine in cui malgrado tutto, malgrado gli orrori della guerra e la segregazione, la giovanissima scrittrice rinnova la sua fiducia nella bontà del cuore dell’uomo. “Se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità”. Quel pezzetto di cielo azzurro, intravisto dalla finestra dell’alloggio segreto in cui Anna si nascondeva con la famiglia prima che irrompessero i nazisti, circondati da nubi nere di pioggia, è stato oggetto di riflessione degli alunni della III D C.A.T. che, umilmente, hanno pensato di comporre a loro volta un Diario della classe raccogliendo sensazioni in penombra, sconnesse e tristi, tra scricchiolii dell’umanità e briciole di speranza; ovvero brevi componimenti poetici come richiesto dal concorso.

Un diario, le cui pagine hanno inizio il 9 novembre del 1944 e idealmente s’interrompono il 16 novembre dello stesso anno, per poi riprendere dal 9 al 21 novembre del 2017. Un diario per rileggere la storia e renderne concrete le vere finalità. Un diario da sfogliare per dar voce, in pagine interrotte, alla bastarda verità di quanti senza nome sono stati annientati da un destino inumano. Pagine in cui sono tracciate canzoni nelle quali azioni senza amore lasciano dietro di sé stracci di anime dai visi spenti e sguardi persi nel niente, e la sensazione di un’unica destinazione fatale. Pagine, infine, che rivelano la delicatezza e, ad un tempo, la forza di un sorriso nella prigionia e i dolci ricordi di un’innocenza perduta.

Una polifonia di voci, dunque, dal testo in versi alla canzone rap, per riaffermare quell’umanità che, malgrado tutto, suggerisce ai cuori e agli occhi la bellezza di … essere uguali, di essere uomini.

Nel corso di una cerimonia svoltasi presso il Teatro del Lido una giuria, composta da editori, autori ed esperti in letteratura per ragazzi, ha attribuito il

primo premio

alla classe.

Apprezzamento manifestato nell’aprire la cerimonia stessa leggendo un testo del Diario e nell’affidare al momento della premiazione la lettura di numerose altre pagine ad attori professionisti e scrittori.

A ricevere il premio, una pergamena e libri, il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Maddalena Venditti, che ha espresso piena soddisfazione e commozione non solo per il risultato conseguito, ma anche per la capacità dei giovani di saper leggere ed interpretare, con empatia e sensibilità, le pagine del Diario di Anna Frank circa cinquant’anni dopo la stesura. Capacità che fa guardare con fiducia al futuro.

Prof.ssa Cicero

Diario della classe III D cat